Apri il menu principale

Pagina:Leopardi - Canzoni, Nobili, Bologna 1824.djvu/66


(66)

        40Tempo forse verrà ch’a le ruine
De le italiche moli
Insultino gli armenti, e ’l greve aratro
Sentano i sette colli; e pochi soli
Andranno forse, e le città latine
45Abiterà la cauta volpe, e l’atro
Bosco mormorerà fra le alte mura;
Se la funesta de le patrie cose
Obblivion da le perverse menti
Non isvelgono i fati, e la matura
50Clade non vieta a le codarde genti
Il Ciel fatto cortese
Da la pietà de le passate imprese.