Apri il menu principale


abitatori della Terra stabile nel centro di quella? Se voi non mi dimostrate prima che di tale apparenza non si possa render ragione quando si faccia mobile il Sole e stabile la Terra, io non mi rimoverò dalla mia opinione e dal credere che ’l Sole si muova e la Terra stia immobile.
Sagredo

Strenuamente si porta il signor Simplicio, e molto acutamente s’oppone e sostiene la parte d’Aristotile e di Tolomeo; e, s’io debbo dire il vero, mi par che la conversazione del signor Salviati, ancor che sia stata di tempo breve, l’abbia addestrato assai nel discorrer concludentemente, effetto che intendo essere stato cagionato in altri ancora. Quanto poi all’investigare e giudicare se delle apparenti esorbitanze ne i movimenti delle macchie solari si possa render competente ragione lasciando la Terra immobile e mantenendo mobile il Sole, aspetterò che ’l signor Salviati ci manifesti il suo pensiero; ché ben è credibile che egli v’abbia fatto sopra reflessione e ritrattone quanto in tal proposito si può produrre.


Salviati

Io ci ho piú volte pensato, ed anco discorsone con l’amico ed ospite mio: e circa quello che siano per produrre i filosofi e gli astronomi in mantenimento dell’antico sistema, per una parte siamo sicuri, sicuri dico, che i veri e puri Peripatetici, ridendosi di chi s’impiega in tali, al gusto loro, insipide sciocchezze, spaccieranno tutte queste apparenze per vane illusioni de’ cristalli, ed in questa maniera con poca fatica si libereranno dall’obbligo di pensar piú oltre; quanto poi a i filosofi astronomi, doppo aver noi con qualche attenzione specolato ciò che si potesse addurre in mezo, non abbiamo investigato ripiego che basti per sodisfare unitamente al corso delle macchie ed al discorso della mente. Io vi esporrò quello che ci è sovvenuto, e voi ne farete quel capitale che il giudizio vostro vi detterà.

Posto che gli apparenti movimenti delle macchie solari siano quali di sopra si è dichiarato, e posta la Terra immobile nel centro dell’eclittica, nella cui circonferenza sia collocato il centro del Sole, è necessario che di tutte le diversità che si scorgono in essi movimenti le cagioni riseggano in moti che siano nel corpo solare: il quale primieramente converrà che in se stesso si rivolga portando seco le macchie, le quali si è supposto, anzi pur dimostrato, essere aderenti alla solar superficie. Bisognerà, secondariamente, dire che l’asse della solar conversione non sia parallelo all’asse dell’eclittica, che è quanto