Apri il menu principale


Terra passa i suoi, che sieno bc, cd, de, ef, fg, gh, hi, ik, kl, lm, che saranno a proporzione ciascheduno minor di quelli notati nell’orbe della Terra, sì come il movimento di Giove sotto il zodiaco è più tardo dell’annuo. Supponendo ora, che quando la Terra è in B, Giove sia in b, ci apparirà a noi nel zodiaco essere in p, tirando la linea retta Bbp: intendasi ora la Terra mossa da B in C, e Giove da b in c nell’istesso tempo; ci apparirà Giove esser venuto nel zodiaco in q, e mosso direttamente secondo l’ordine de’ segni p, q: passando poi la Terra in D, e Giove in d si vedrà nel zodiaco in r, e da E Giove arrivato in e apparirà nel zodiaco in s, mosso pur sempre direttamente. Ma cominciando poi la Terra a interporsi più dirittamente tra Giove e ’l Sole, venuta che ella sia in F, e Giove in f, ci apparirà in t già aver cominciato a ritornare apparentemente in dietro sotto il zodiaco; ed in quel tempo che la Terra averà passato l’arco EF, Giove si sarà trattenuto dentro a i punti s, t, e mostrandosi a noi quasi fermo e stazionario. Venuta poi la Terra in G, e Giove in g all’opposizion del Sole, si vedrà nel zodiaco in u, e grandemente ritornato in dietro per tutto l’arco del zodiaco tu, ancor che egli, seguendo sempre il suo corso uniforme, sia veramente andato innanzi non solo nel suo cerchio, ma nel zodiaco ancora, rispetto al centro di esso zodiaco ed al Sole, in quello collocato; continuando poi e la Terra e Giove i movimenti loro, venuta che sia la Terra in H e Giove in h, si vedrà grandemente tornato indietro nel zodiaco per tutto l’arco ux: venuta la Terra in I e Giove in i, nel zodiaco si sarà apparentemente mosso per il piccolo spazio xy, ed ivi apparirà stazionario. Quando poi conseguentemente la Terra sarà venuta in K e Giove in k, nel zodiaco avrà passato l’arco yn con moto diretto; e seguendo il corso suo, la Terra da L vedrà Giove in l nel punto z: e finalmente Giove in m si vedrà dalla Terra M passato in a, con moto pur diretto; e tutta