Apri il menu principale


______________________________________________________ Ticone | Altezze polari | Gr. 55.58 | Altezze | 84. Peucero | | Gr. 51.54 | della stella| 79.56

                                     ______                         ______
                                      4. 4                            4. 4

______________________________________________________ Reinoldo | Altezze polari | Gr. 51.18 | Altezze | 79.30 Ainzeglio | | Gr. 48.22 | della stella| 76.34

                                   ______                          ______
                                     2.56                            2.56

______________________________________________________ Camerario | Altezze polari | Gr. 52.24 | Altezze | 24.17 Agecio | | Gr. 48.22 | della stella| 20.15

                              -------------------------------------------
                                    4. 2                             4. 2


Del resto de gli accoppiamenti che si posson fare delle osservazioni di tutti questi astronomi, quelli che rendon la stella per infinito spazio sublime son molti piú in numero, cioè circa 30 di piú, che gli altri che danno, calcolando, la stella sotto la Luna; e perché (sí come siam convenuti) è da credere che gli osservatori abbiano errato piú presto di poco che d’assai, manifesta cosa è che le correzioni da applicarsi all’osservazioni che danno la stella alta in infinito, nel ritirarla a basso, prima e con emenda minore la condurranno nel firmamento che sotto la Luna: talché tutte queste applaudono all’opinione di quelli che la mettono tra le fisse. Aggiugnete che le correzioni che si ricercano per tali emende, sono assai minori che quelle per le quali la stella dall’inverisimil vicinità si può ridurre all’altezza piú favorevole per questo autore, come per gli esempi passati si è veduto: tra le quali impossibili vicinità ce ne son 3 che par che rimuovano la stella dal centro della Terra per manco distanza d’un semidiametro, facendola in certo modo andar in volta sotto Terra; e queste son quelle combinazioni nelle quali, essendo l’altezza polare d’uno de gli osservatori maggiore dell’altezza polare dell’altro, l’elevazion della stella presa da quello è minore dell’elevazione della stella di questo. E sono tali combinazioni le notate qui appresso. Questa prima è del Landgravio con Gemma: dove l’altezza polare del Landgravio, 51.18 m.p., è maggiore dell’altezza polare di Gemma, che è 50.50 m.p.; ma l’altezza della stella del Landgravio, 79.30 m.p.