Apri il menu principale


della stella, che qui è 62.15 m.p., ci dà la quantità dell’angolo BDC 154.45 m.p.; il quale noto insieme co ’l suo sino, preso dalla tavola, il quale è 42.657, e sotto questo noto l’angolo della parallasse B C D 0.2 m.p., co ’l suo sino 58. E perché nel triangolo B C D il lato D B al lato B C è come il sino dell’angolo opposto B C D al sino dell’angolo opposto B D C, adunque quando la linea B D fusse 58, B C sarebbe 42.657; e perché la corda DB è 8142 di quali il semidiametro BA è 100000, e noi cerchiamo di sapere quante delle medesime parti sia B C, però diremo, per la regola aurea: Se quando BD è 58, BC è 42.657, quando la medesima DB fusse 8.142, quanto sarebbe la BC? Però multiplico il secondo termine per il terzo; mi viene 347.313.294, il quale si deve dividere per il primo, cioè per 58, ed il quoziente sarebbe il numero delle parti della linea B C di quali il semidiametro A B è 100.000: e per sapere quanti semidiametri B A contenesse la medesima linea B C, bisognerebbe di nuovo dividere il medesimo quoziente trovato per 100.000, ed aremmo il numero de’ semidiametri compresi in B C. Ora, il numero 347.313.294 diviso per 58 dà 5.988.160 1/4 come si vede qui:

                    5988160 1/4
             58 | 347313294
                    5717941
                     54  3

e questo diviso per 100000 ci dà 59 88160/100000

                1 | 00000 | 59 | 88160