Apri il menu principale


E pur l’ha ella lasciato in me.


Simplicio

Che dunque voi non n’avete fatte cento, non che una prova, e l’affermate cosí francamente per sicura? Io ritorno nella mia incredulità, e nella medesima sicurezza che l’esperienza sia stata fatta da gli autori principali che se ne servono, e che ella mostri quel che essi affermano.


Salviati

Io senza esperienza son sicuro che l’effetto seguirà come vi dico, perché cosí è necessario che segua; e piú v’aggiungo che voi stesso ancora sapete che non può seguire altrimenti, se ben fingete, o simulate di fingere, di non lo sapere. Ma io son tanto buon cozzon di cervelli, che ve lo farò confessare a viva forza. Ma il signor Sagredo sta molto cheto: mi pareva pur di vedervi far non so che moto, per dir alcuna cosa.


Sagredo

Volevo veramente dir non so che; ma la curiosità che mi ha mossa questo sentir dire di far tal violenza al signor Simplicio, che palesi la scienza che e’ ci vuole occultare, mi ha fatto deporre ogni altro desiderio: però vi prego ad effettuare il vanto.


Salviati

Purché il signor Simplicio si contenti di rispondere alle mie interrogazioni, io non mancherò.


Simplicio

Io risponderò quel che saprò, sicuro che avrò poca briga, perché delle cose che io tengo false non credo di poterne saper nulla, essendoché la scienza è de’ veri, e non de’ falsi.


Salviati

Io non desidero che voi diciate o rispondiate di saper niente altro che quello che voi sicuramente sapete. Però ditemi: quando voi aveste una superficie piana, pulitissima come uno specchio e di materia dura come l’acciaio, e che fusse non parallela all’orizonte, ma alquanto inclinata, e che sopra di essa voi poneste una palla perfettamente sferica e di materia grave e durissima, come, verbigrazia, di bronzo, lasciata in sua libertà che credete voi che ella facesse? non credete voi (sí come credo io) che ella stesse ferma?


Simplicio

Se quella superficie fusse inclinata?


Salviati

Sí, ché cosí già ho supposto.


Simplicio

Io non credo che ella si fermasse altrimente, anzi pur son sicuro ch’ella si moverebbe verso il declive spontaneamente.


Salviati

Avvertite bene a quel che voi dite, signor Simplicio, perché io son sicuro ch’ella si fermerebbe in qualunque luogo voi la posaste.


Simplicio

Come voi, signor Salviati, vi servite di questa sorte di supposizioni,