Pagina:La scotennatrice.djvu/162

158 emilio salgari


Turner, che osservava tutto attentamente, fu non poco stupito nel trovare, lungo le pareti, delle tracce di picconi e sul suolo della polvere nerastra che aveva degli strani luccichii.

Si curvò, ne raccolse una manata e l’accostò al naso.

― Questa è polvere di carbon fossile!... ― esclamò. ― Un tempo dei minatori hanno lavorato qui dentro.

«Sarebbe questa la galleria di qualche miniera aperta nel ventre dei Laramie? Che cosa dite voi, John?

Harry rispose:

― Sì, noi camminiamo su della polvere di carbon fossile. Questo squarcio non è stato aperto dalla furia delle acque, bensì dal piccone degli uomini.

― Allora questo passaggio deve mettere in qualche miniera.

― Lo sospetto, mister Turner ― rispose Harry. ― Sono stato anche minatore nel Wyoming nella prima gioventù e so che cosa sono i pozzi e le gallerie.

«Volete un consiglio?

― Dite subito, prima che la luce ci manchi.

― Spegnete pure la torcia, perchè un po’ di chiarore filtra dall’apertura.

«Il masso che hanno fatto rotolare non deve combaciare per bene.

L’ex-sceriffo obbedì e vide infatti penetrare da uno spiraglio largo un paio di dita, un bel filo di luce.

― Siamo presso l’uscita della galleria ― disse. ― Vediamo se possiamo smuovere l’ostacolo o meglio la pietra funeraria che ci seppellisce vivi.

«Siamo in quattro e dei buoni muscoli ne abbiamo.

Attraversarono rapidamente l’ultimo tratto, guidati sempre da quel filo di luce e andarono a cozzare contro il pezzo di roccia che gl’indiani avevano fatto cadere dinanzi l’apertura.

― Che riusciamo a smuoverla? ― si chiese Turner, con apprensione. — Diamo un grande urto, camerati.

I quattro uomini s’appoggiarono contro la roccia puntando fortemente i piedi e si provarono a spingere con tutte le loro forze.

Il risultato fu assolutamente disastroso. L’ostacolo, certamente enorme e forse anche affondatosi in parte nel terreno, non ebbe la minima oscillazione.

― Non riusciremo mai ad aprirci un passaggio da questa parte ― disse John con voce rauca. ― I maledetti ci hanno per bene rinchiusi e non ci rimarrà altro che di lasciarci morire.

― O di divorarci l’un l’altro come i naufraghi della Medusa ― disse Turner.

— Vorreste giungere a tal punto?

— Che ne so io?... È vero che ci sono otto morti.