Apri il menu principale

— 175 —

bianco; poi lo guardò attraverso la luce del lume con un occhio solo; pareva di diamante. E lo nascose in un ripostiglio, con religione, come il calice della messa.



Paulo era anch’esso rientrato e andava su tastoni per la scaletta buia; e aveva un ricordo confuso, di quando bambino andava così, tastoni e carponi su per una scala che però non ricordava bene dove fosse.

Come allora, aveva l’impressione di un pericolo che solo stando molto attenti si poteva evitare. Arrivò al pianerottolo. Arrivò al suo uscio. Era salvo. Ma davanti al suo uscio esitò nuovamente ad aprire; e d’un tratto si volse e picchiò lievemente con la nocca dell’indice all’uscio della madre: poi senza aspettare risposta apri ed entrò.

— Sono io, — disse duramente; — non accendete. Ho da dirvi una cosa.