Apri il menu principale

Pagina:Jeans - L'Universo Misterioso, 1932.djvu/84

84 materia e radiazione


che emetterà, sarà sufficiente a spingere indietro — per semplice urto, come un getto d’acqua da una pompa d’incendio — qualsiasi cosa che si avvicina a 50 miglia di distanza da essa. Infatti nell’interno delle stelle questa pressione di radiazione è così grande che contribuisce in rapporto apprezzabile al peso delle stelle.

Calcoli mostrano che circa un diecimillesimo d’oncia di luce solare cade ogni minuto su ogni miglia quadrato di piano direttamente sotto il sole; esso cade con la velocità della luce, ed essendo ridotto allo stato di quiete, esercita una pressione di circa 0,000.000.000.04 atmosfere sul piano. La cifra sembra assurdamente piccola — il peso d’un raggio di sole che cade in un secolo è minore del peso della pioggia che cade in un secondo d’un forte acquazzone. Però la quantità è piccola solo perchè un campo di un miglio quadrato è piccola cosa nello spazio astronomico. L’emissione totale di radiazione del sole è con la maggiore esattezza 250 milioni di tonnellate al minuto, che è qualcosa di simile a 10.000 volte la quantità media d’acqua che scorre sotto il ponte di Londra. E, incidentalmente, se il nostro fattore 10.000 è grossolano, ciò non è perchè noi non sappiamo il peso esatto della radiazione solare, ma perchè non conosciamo la corrente media del Tamigi con precisione molto grande. La fisica astronomica è scienza, molto più esatta della idraulica terrestre.