Apri il menu principale

Pagina:Jeans - L'Universo Misterioso, 1932.djvu/66

66 il nuovo mondo della fisica moderna


in cui le particelle non riescono a darci il comportamento della luce, è stato trovato che un sistema di onde rappresenta la parte completamente. Così le particelle ammesse da Newton vengono risolute in un sistema di onde. Negli ultimi anni abbiamo visto similmente le particelle di cui la materia ordinaria è costituita — cioè protone ed elettrone — risolversi in sistemi di onde. In alcune circostanze, il comportamento d’un elettrone o protone è stato trovato essere troppo complesso per permettere una spiegazione come il moto d’una sola particella; Louis de Broglie, Schrödinger e altri hanno accortamente tentato di spiegarlo come il comportamento d’un gruppo di onde, e così facendo, hanno fondato la branca della fisica matematica, conosciuta col nome di «Meccanica delle onde».

Se noi seguiamo con lo sguardo un’ordinaria palla da tennis rimbalzante sulla superficie di un campo perfettamente compatto, possiamo trovare che il suo moto è lo stesso che quello d’un fascio di luce riflesso alla superficie d’uno specchio, così che noi possiamo parlare propriamente della palla, dicendo che è stata «riflessa» dalla superficie del campo. Ma con questa scoperta non si è guadagnato tanto. Senza dubbio, ciò ci permetterà d’interpretare la palla da tennis come un sistema di onde, se lo desideriamo; ma non lo facciamo, perchè noi abbiamo visto o pensiamo d’aver visto che una palla da tennis non è un