Apri il menu principale

Pagina:Jeans - L'Universo Misterioso, 1932.djvu/51


il nuovo mondo della fisica moderna 53


tempo poterono esperimentare. È facile vedere come l’illusione di determinazione — se è un’illusione -— si insinuò nella scienza.

Noi non abbiamo ancora nessuna definita conoscenza di ciascuno di questi problemi. Probabilmente la maggioranza dei fisici si aspetta che in qualche modo la legge di rigorosa casualità venga, alla fine, ricollocata nel suo posto antico, nel mondo naturale. Sin a questo punto non è stata restaurata, con il risultato che, per il presente almeno, l’immagine dell’universo fatta dai nuovi fisici contiene più spazio, che non l’antica rappresentazione meccanica, perchè con la pittura stessa del mondo coesistano la vita e la coscienza, con gli attributi che comunemente associano, come il libero arbitrio, e la capacità di rendere l’universo in qualche modo differente per mezzo della stessa nostra presenza. Per quel poco che noi sappiamo, o per quel poco che la nuova scienza dice del contrario, il dio che rappresenta la parte del fato degli atomi dei nostri cervelli può essere la stessa mente nostra.

Per mezzo di questi atomi essa può, secondo il caso, produrre il movimento dei nostri corpi, e così lo stato del mondo intorno a noi. Al giorno d’oggi la scienza non può più a lungo chiudere la porta a questa possibilità; essa non ha più argomenti irrefutabili da portare contro alla nostra innata convinzione del libero arbitrio. D’altra parte, non ci dà nessun suggerimento su quel che significhi l’assenza di determi-