Apri il menu principale

il nuovo mondo della fisica moderna 49


un elettrone è in un certo punto dello spazio, non possiamo determinare esattamente con quale velocità esso si muoverà. La natura permette un certo «margine d’errore», e se tentiamo di superarlo, la natura non ci potrà dare un aiuto: essa non pare sappia nulla di misure assolutamente esatte.

Nella stessa maniera, se noi conosciamo l’esatta velocità d’un elettrone, la natura ci impedisce di scoprirne la sua esatta posizione nello spazio. È come se la posizione e il movimento d’un elettrone fossero segnati sulle due facce diverse d’una lastra fotografica. Se noi mettiamo la lastra in un apparecchio cinematografico cattivo, noi possiamo metterlo a fuoco a mezza via tra le due facce, e vedremo abbastanza chiaramente la posizione e insieme il movimento dell’elettrone. Con una macchina perfetta, non potremo più far questo; più mettiamo a fuoco una faccia, più diventa confusa l’altra.

La lanterna imperfetta è la vecchia scienza. Ci dava l’illusione che, solo che avessimo una lanterna perfetta, potremmo esser capaci di determinare insieme la posizione e il movimento d’una particella con grande precisione, ed era questa illusione che introduceva il determinismo nella scienza. Ma adesso che abbiamo nella scienza moderna una lanterna perfetta, essa ci mostra semplicemente che la determinazione della posizione e quella della velocità giacciono in due piani differenti della realtà, che non

4 James Jeans - L'universo misterioso