Apri il menu principale
42 il nuovo mondo della fisica moderna


È risaputo che gli atomi di radio, o di altra sostanza radioattiva, si disintegrano in un atomo di piombo e in un atomo d’elio solamente per il fatto che trascorre un certo tempo. La legge che governa in che proporzione diminuisca il numero degli atomi di radio è molto notevole. La massa di radio diminuisce precisamente con la stessa legge d’una popolazione dove nessuno nasce, e c’è una proporzione uniforme nel numero di morti che è la stessa per l’individuo medio, senza riguardo alla sua età. O anche, questo numero di atomi decresce nella stessa maniera che il numero dei soldati d’un battaglione esposti a un tiro indiretto e assolutamente a caso. In breve la parola vecchiaia non significa nulla per un atomo di radio; muore non perchè ha vissuto la sua vita, ma piuttosto perchè in qualche modo il fato batte alla porta.

Per fare un esempio più concreto, supponiamo che la nostra stanza contenga 2000 atomi di radio. La scienza non può dire quanti di questi sopravviveranno da qui a un anno, può dirci soltanto la relativa probabilità in favore dei numeri 2000, 1999, 1998 e così via. In realtà, la più grande probabilità è in favore del numero 1999; con tutta probabilità, uno dei duemila atomi, e solamente uno, è destinato a spezzarsi, entro il prossimo anno.

Noi non sappiamo in quale maniera questo atomo particolare è scelto fra i 2000. Possiamo, in un primo tentativo fatto a caso, avanzare l’ipotesi che questo