Apri il menu principale

Pagina:Jeans - L'Universo Misterioso, 1932.djvu/29



TAVOLA I. LE PROFONDITÀ DELLO SPAZIO

Un ammasso dì nebulose nella «Chioma di Berenice». Questa è una fotografia d’un pezzo di cielo, corrispondente a un’apertura angolare di un minuto di grado. La fotografia è stata presa con il più grande telescopio esistente (Monte Wilson). La maggioranza degli oggetti che si vedono sono nebulose, a tale distanza da noi che la luce impiega 50 milioni di anni per raggiungerci. Ciascuna nebulosa contiene alcune migliaia di milioni di stelle, o il materiale per la loro formazione. Circa due milioni di tali nebulose possono essere state fotografate in tutto, ed esistono forse milioni di milioni di altre stelle non osservabili con il nostro telescopio.