Pagina:Istorie dello Stato di Urbino.djvu/4

Link al jpg originale full size

5


SONETTO


Del Signor Cesare Vimercati Archidiacono, & Vicario generale di Crema Al Padre Maestro, & Inquisitore Fra Vincenzo Maria Cimarelli per la sua Istoria di Suasa, & Corinalto sua Patria.



DE la Suasa incenerita il fato,
     Cimarelli, descrivi, onde il tuo nido
     Risorse un novo Delfo, e un altra Gnido,
     Di cui tù sei la Clio, anzi l’Erato.
Chi de l’Istoria tua passeggia il Prato,
     La spiaggia spacia del Pierio lido.
     Chi del tuo stile al Ciel poggia, ad un grido
     S’alza d’un coro angelico, e beato.
Fai le ceneri illustri, auree le tombe.
     Il tuo inchiostro stillar fa miele il sangue.
     Belle le guerre fai, cari gl’incendi.
Monstran le carte tue chi vince, e langue.
     Nè men, ch’al Tebro, e ch’al Cesan ti rendi
     Bocche aperte d’honor timpani, e trombe.