Pagina:Irving - Il fantasima sposo (1824).djvu/14

12

rimanere ammirati anche se ripetuto per la centesima volta. Tale viveva il barohe Von Landshort, oracolo della sua tavola, assoluto monarca del ristretto suo territorio, e felice, sopra ogni cosa, della persuasione di essere il sapientissimo uomo de’ suoi giorni.

Al tempo cui la mia storia si riporta, eravi al castello grande assembramento domestico per un affare della massima importanza: si trattava di ricevervi lo sposo destinato alla figlia del barone. Dopo lunga negoziazione fra il padre ed un vecchio nobile bavarese, per riunire la dignità delle case loro mediante il matrimonio de’ loro figliuoli; negoziazione i cui preliminari stati erano condotti colla dovuta etichetta; fidanzati si avevano i giovinetti senza che prima si vedessero, ed erasi appuntato il tempo per la ceremonia matrimoniale. Il giovane conte Von Altenburg, stato a tal oggetto richiamato dall’armata, si trovava attualmente in via per recarsi dal barone a prendervi la sua consorte; e lettere di lui s’erano già ricevute da Wurtzburgo, ove accidentalmente era trattenuto, indicanti il giorno e l’ora che poteasi aspettar che arrivasse.

Pieno era il castello del trambustio dei preparamenti per fargli una conveniente accoglienza. La bella fidanzata adorna si era con attenzione non comune. Le due zie sopranteso avevano alla sua toeletta, e contrastato tutta la mane sopra d’ogni minuta parte del suo abbigliamento; onde la damina preso intanto aveva il destro delle loro contese per seguire la piega del suo proprio gusto, e fortuna ch’esso era assai buono. Compariva sì amabile che giovane sposo sappia desiderare, e l’agitazione dell’aspettativa cresceva splendore alle sue attrattive.

I vapori che le si spargevano sul volto e sul collo, l’ondeggiar lieve lieve del seno, l’occhio di tanto in tanto smarrito in una specie di vaneggiamento, tutto scuopriva il soave tumulto che si passava in quel suo cuoricino. Le zie le giravano perpetuamente intorno; poichè le zie pulzelle son sempre disposte a prendere grande interesse in affari di simile natura; e le davano un mare di gravi con-