Pagina:Irving - Il fantasima sposo (1824).djvu/13


11


I buoni effetti di codesto sistema apparivano maravigliosamente; chè la giovane damina erasi un modello di docilità e di esattezza. Mentre altre andavano scialacquando la loro fragranza nello splendore del mondo, e soggette ad essere svelte e gettate da banda da qualunque mano in loro s’abbattesse; ella contegnosamente fioriva in fresca ed amabile femminezza sotto l’egida di quelle zitellone come un bottone di rosa che s’imporpora fra le spine custodi. Guardavanla le sue zie con orgoglio ed esultazione e menavano il vanto che quantunque tutte l’altre giovani traviare potessero, pure, grazie al cielo, nulla di simile accader poteva alla erede di Katzenellenbogen.

Ma per quanto scarsamente provveduto fosse di discendenza il barone Von Landshort, la sua famiglia non era punto fra le più picciole; imperocchè arricchito in abbondanza lo aveva la previdenza di parenti poveri, i quali, tutti e ciascheduno, possedeano l’affettuosa indole comune a tutti gli umili parenti; maravigliosamente attaccati al barone, abbracciavano ogni occasione possibile per venire in truppe ad animare il castello; ogni e qualunque solennità della casa commernoravasi da quelle buone genti alle spese del barone; e quand’erano ben bene pasciuti, non cesavano di gridare che nulla vi avea sulla terra di così delizioso come quelle adunanze famigliari, que’ giubilei del cuore.

Il barone, quantunque piccolo della persona, aveva un’anima grande, e si gonfiava di compiacenza all’idea di essere il maggior uomo del picciol mondo che gli stava d’intorno. Amava di raccontare delle lunghe storie intorno agli antichi rigidi guerrieri, i ritratti de’ quali biechi pendeano dalle pareti circostanti, e in ciò non trovava uditori eguali a quelli che nutrivansi alle sue spalle. Era assai dedito al maraviglioso, fermo credente di tutte quelle soprannaturali avventure che tanto abbondano in ogni montagna e in ogni valle della Germania. E la fede de’ suoi ospiti superava la sua; sicchè ne ascoltavano ogni strano racconto con occhi spalancati e bocca aperta, nè mai mancavano di