Apri il menu principale

Pagina:In Valmalenco - Noli Giuseppe, 1907.djvu/220


— 218 —

l’ultimo lembo visibile della pianura bianca, poi m’immersi, ebro, nella neve che rifletteva luci di perla con isfumature di smeraldo e di topazio, e camminai muto accanto alla guida veloce.

Affaticatici un’ora e mezza circa nelle nevi, ci afferrammo alla roccia nuda, ci inerpicammo, aiutandoci vicendevolmente nei passi difficili, e [immagine da inserire] fummo, in breve, alla cima della grande piramide e precisamente ai piedi della croce.

Qui è necessario riposare, perchè la stanchezza non ci permette di ricevere, dal panorama che abbiamo d’intorno, tutta quella impressione che se ne può e se ne deve ritrarre.