Pagina:Il Catilinario ed il Giugurtino.djvu/231

180 Frammenti

cordia a voi sembrano, su via, lo sconvolgimento e la rovina della repubblica approvate, consentite alle leggi da lui fatte, accettate l’ozio che vi è profferto con la schiavitù, e porgete esempio a’ posteri come si abbia ad ingannare il popolo romano con lo spargimento del suo proprio sangue. In quanto a me, come che con questo sommo imperio del consolato io avessi ben potuto provvedere alla fama de’ miei antenati, alla mia dignità, ed alla sicurezza ancora, pur non di meno non fu mio consiglio intendere a private utilità; anzi piacquemi piuttosto libertà con pericolo, che riposata servitù. Il qual mio consiglio se voi approvate, levate su, o Romani; e, col favor degli Iddii, seguile il consolo Marco Emilio, che vi esorta e si fa vostro capitano a racquistar la libertà.


caricamento di la:Page:s1 in corso... Loading.gif