Pagina:Il Buddha, Confucio e Lao-Tse.djvu/392


parte seconda 317

tutti; e i loro nomi sono anc’oggi ricordati.1 Dieci però fra quest’ultimi sono stimati più illustri, e sono detti i «Dieci Savi», Shih-ce:2 sicchè fan riscontro a «Dieci Sthavia», o ai dieci più famosi discepoli del Buddha. Ma il più celebre campione della scuola di Confucio, il Savio, che nel culto officiale della Cina, nel tempio consacrato alle lettere, occupa un posto accanto al gran filosofo, e che è ben degno di tanto onore, nacque circa un secolo dopo la morte di lui. Questi è Mencio, per chiamarlo, anch’esso, come in occidente è conosciuto il cinese Méng-tse, ossia «Il filosofo della famiglia Méng». Nacque nella città di Tseu-hsien,3 poco distante dal luogo dove nacque Confucio, ed ebbe nome Kho, e il soprannome di Tse-yü o Tse-ché.4 Gli storici non registrano l’anno preciso della nascita nè della morte di Méng-kho; ma dalle memorie della famiglia Méng si rileva, che questo filosofo venne al mondo il 4° anno del regno di Lieh-wang dei Ceu (371 av. C.); e morì il 15° giorno, 1° mese, 26° anno del regno di Nan-wang


  1. Questi Shih-ce o «Dieci Savi» sono: 1. Yen-hui, detto Tse-sse, che ebbe il titolo di Yen-kuo Kung 2. Jen-yung » Cung-kung » Hsia-phei Kung 3. Tsai-yü » Tse-ngo » Lin-tse Kung 4. Jen-kiu » Tse-yü » Phéng-chéng Kung 5. Yen-yen » Tse-yü » Ceu-yang Kung 6. Min-sun » Tse-kien » Lang-hsieh Kung 7. Jen-kéng » Peh-niu » Tung-sin Kung 8. Tuan-mu-tse » Tse-kung » Li-yang Kung 9. Cung-yu » Tse-lu » Ho-nei Kung 10. Puh-tih » Tse-hsia » Ho-tung Kung
  2. Una lunga lista di 86 nomi dei discepoli di Confucio che si ricordano anche oggi, si potrà leggere in Legge, Chinese Classics, vol. i, prol., p. 113-128.
  3. Nel Yen-ceu-fu, provincia di Shan-tung.
  4. Il padre chiamavasi Keih-kung-i, la madre, Kheu-shih.