Pagina:Iacopone da Todi – Le Laude, 1930 – BEIC 1854317.djvu/81


Alma, se tu pensi — nel gaudio beato,
non te sera graveza — guardarte da peccato:
osserverai la legge — che Dio t’ha comandato,
70serai remunerato — con i santi a redetare.
Non t’encresca, anima, — a far qui penetenza,
ché tutte le virtute — con lei on convenenza:
se tu qui non la fai, — oderai la sentenza,
74anderai en perdenza — nel fuoco a tormentare.