Pagina:Iacopone da Todi – Le Laude, 1930 – BEIC 1854317.djvu/75


Quando la voglia passa — lo senno e lo potere,
parme un ensanire — ch’è senza remeio:
sua trenetate guassa, — che non è nel suo unire,
non gli può ben sequire — secondo co io creio;
faticase el suo veio — ed entra en gran ruina,
68ca li mal non se fina — come l’avea pensato.
Omo posto en altura — en fievele scalone,
se egli è en agone — parme gran follia:
rompendose la scala, — la terra è sua mascione;
fassene poi cancione — de la sua gran pazia;
grande è la frenesia — non metterse a vedere
74ad que fin degon venire — tutte suoi operate.