Pagina:Iacopone da Todi – Le Laude, 1930 – BEIC 1854317.djvu/35


"
— Chi è questo gran sire — rege de grande altura? /
12sotterra vorria gire — tal me mette paura;
ove porria fugire — da la sua faccia dura?
terra, fa copretura! — ch’io noi veggia adirato. — -44-’
— Questi si è Iesú Cristo, — lo figliolo di Dio;
3è vedenno^el volto tristo, — spiacegli el fatto mio:
potemmo fare acquisto — d’aver lo regno sio;
malvagio corpo e rio, — or que avem guadagnato! —