Pagina:Iacopone da Todi – Le Laude, 1930 – BEIC 1854317.djvu/236


O Ioanne, figlio novello, — morto è lo tuo fratello:
sentito aggio ’l qoltello — che fo profetizato,
che morto ha figlio e mate — de dura morte afferrate:
68trovarse abracciate — mate e figlio abracciato’WT —
(i) La soprascripta lauda pertinente a la Madonna è posta in questo loco per
clausura de le precedente: el principio de le quali è pur da lei: e per uno separa-
mento da le seguente laucle trovate in diversi libri. Le due proxime erano in uno
libro antiquo scripto de l’anno m.ccc.xxxvi, in la cita de Perugia: e non in altri
libri maxime todini: et in la feconda si vede certi defedi. [Nota del Bonaccorsi.]