Pagina:Iacopone da Todi – Le Laude, 1930 – BEIC 1854317.djvu/168


Chi li giogne, ben è pino — dello spirito divino:
fatto è un serafino, — sguarda nella Trinitade,
E tutti li stati ha lassati, — e li tre arbori ha spezati,
140e li tre cieli ha fracassati, — e vive nella Deitade,
Om che giogni a tal possanza — per mercé per tua onoranza,
priega la nostra speranza — che te possiain sequitare.