Pagina:I quattro libri dell'architettura.djvu/250

144


Feci ancora al Cavaliere Gio. Battista Garzadore Gentiluomo Vicentino la seguente invenzione, nella quale sono due logge una davanti, ed una di dietro di ordine Corintio. Queste logge hanno i soffitti, e così anco la sala terrena, la quale è nella parte più a dentro della casa, acciocchè sia fresca nell’estate, ed ha due ordini di finestre. Le quattro colonne, che vi si veggono sostentano il soffitto, e rendono forte e sicuro il pavimento della sala di sopra, la quale è quadra e senza colonne, e tanto alta quanto larga, e di più quanto è la grossezza della cornice. L’altezza dei volti delle stanze maggiori è secondo il terzo modo dell’altezza dei volti: i volti dei camerini sono alti piedi sedici. Le stanze di sopra sono in solaro: le colonne delle seconde logge sono di ordine Composito; la quinta parte minori di quelle di sotto. Hanno queste logge i frontespizj, i quali (come ho detto di sopra) danno non mediocre grandezza alla fabbrica, facendola più elevata nel mezzo, che nei fianchi e servono a collocare le insegne.