Apri il menu principale

Pagina:I promessi sposi (1840).djvu/91


capitolo v. 85

il frate s’accorse di lui, e lo salutò in un modo ch’esprimeva un’affezione consueta, resa più intensa dalla pietà.

“Le hanno detto..., padre?” gli domandò Renzo, con voce commossa.


I promessi sposi 078.jpg


“Pur troppo; e per questo son qui.”

“Che dice di quel birbone...?”

“Che vuoi ch’io dica di lui? Non è qui a sentire: che gioverebbero le mie parole? Dico a te, il mio Renzo, che tu confidi in Dio, e che Dio non t’abbandonerà.”

“Benedette le sue parole!” esclamò il giovane. “Lei non è di quelli che dan sempre torto a’ poveri. Ma il signor curato, e quel signor dottor delle cause perse...”

“Non rivangare quello che non può servire ad altro che a inquietarti inutilmente. Io sono un povero frate; ma ti ripeto quel che ho detto a queste donne: per quel poco che posso, non v’abbandonerò.”