Apri il menu principale

Pagina:I promessi sposi (1840).djvu/328

322 I PROMESSI SPOSI


“ Diavolo! Volete che i monsignori del duomo venissero in cappa magna a dir delle fandonie? ”

“ E la gente cosa fece? ”

“ A poco a poco se n’andarono; corsero alle cantonate; e, chi sapeva leggere, la c’era proprio la meta. Indovinate un poco: un pane d’ott’once, per un soldo. ”

“ Che bazza! ”

“ La vigna è bella; pur che la duri. Sapete quanta farina hanno mandata a male, tra ieri e stamattina? Da mantenerne il ducato per due mesi. ”

“ E per fuori di Milano, non s’è fatta nessuna legge buona? ” “ Quel che s’è fatto per Milano, è tutto a spese della città. Non so che vi dire: per voi altri sarà quel che Dio vorrà. A buon conto, i fracassi son finiti. Non v’ho detto tutto; ora viene il buono. ”

“ Cosa c’è ancora? ”

“ C’è che, ier sera o stamattina che sia, ne sono stati agguantati molti; e subito s’è saputo che i capi saranno impiccati. Appena cominciò a spargersi questa voce, ognuno andava a casa per la più corta, per non arrischiare d’esser nel numero. Milano, quand’io ne sono uscito, pareva un convento di frati. ”

“ Gl’impiccheranno poi davvero? ”

“ Eccome! e presto, ” rispose il mercante.

“ E la gente cosa farà? ” domandò ancora colui che aveva fatta l’altra domanda.

“ La gente? anderà a vedere, ” disse il mercante. “ Avevan tanta voglia di veder morire un cristiano all’aria aperta, che volevano, birboni! far la festa al signor vicario di provvisione. In vece sua, avranno quattro tristi, serviti con tutte le formalità, accompagnati da’ cappuccini, e da’ confratelli della buona morte; e gente che se l’è meritato. È una provvidenza, vedete; era una cosa necessaria. Cominciavan già a prender il vizio d’entrar nelle botteghe, e di servirsi, senza metter mano alla borsa; se li lasciavan fare, dopo il pane sarebbero venuti al vino, e così di mano in mano... Pensate se coloro volevano smettere, di loro spontanea volontà, una usanza così comoda. E vi so dir io che, per un galantuomo che ha bottega aperta, era un pensier poco allegro. ”

“ Davvero, ” disse uno degli ascoltatori. “ Davvero, ” ripeteron gli altri, a una voce.