Apri il menu principale

Pagina:I promessi sposi (1840).djvu/180

174 i promessi sposi

buona. Il fatto sta che questa povera ragazza era promessa a un giovine nostro pari, timorato di Dio, e ben avviato; e se il signor curato fosse stato un po’ più un uomo di quelli che m’intendo io.... so che parlo d’un religioso, ma il padre Cristoforo, amico qui del padre guardiano, è religioso al par di lui, e quello è un uomo pieno di carità, e, se fosse qui, potrebbe attestare... ”

“ Siete ben pronta a parlare senz’essere interrogata, ” interruppe la signora, con un atto altero e iracondo, che la fece quasi parer brutta. “ State zitta voi: già lo so che i parenti hanno sempre una risposta da dare in nome de’ loro figliuoli! ”

Agnese mortificata diede a Lucia una occhiata che voleva dire: vedi quel che mi tocca, per esser tu tanto impicciata. Anche il guardiano accennava alla giovine, dandole d’occhio e tentennando il capo, che quello era il momento di sgranchirsi, e di non lasciare in secco la povera mamma.

“ Reverenda signora, ” disse Lucia, “ quanto le ha detto mia madre è la pura verità. Il giovine che mi discorreva, ” e qui diventò rossa rossa, “ lo prendevo io di mia volontà. Mi scusi se parlo da sfacciata, ma è per non lasciar pensar male di mia madre. E in quanto a quel signore (Dio gli perdoni!) vorrei piuttosto morire, che cader nelle sue mani. E se lei fa questa carità di metterci al sicuro, giacchè siam ridotte a far questa faccia di chieder ricovero, e ad incomodare le persone dabbene; ma sia fatta la volontà di Dio; sia certa, signora, che nessuno potrà pregare per lei più di cuore che noi povere donne. ”

“ A voi credo, ” disse la signora con voce raddolcita. “ Ma avrò piacere di sentirvi da solo a solo. Non che abbia bisogno d’altri schiarimenti, nè d’altri motivi, per servire alle premure del padre guardiano, ” aggiunse subito, rivolgendosi a lui, con una compitezza studiata. “ Anzi, ” continuò, “ ci ho già pensato; ed ecco ciò che mi pare di poter far di meglio, per ora. La fattoressa del monastero ha maritata, pochi giorni sono, l’ultima sua figliuola. Queste donne potranno occupar la camera lasciata in libertà da quella, e supplire a que’ pochi servizi che faceva lei. Veramente.... ” e qui accennò al guardiano che s’avvicinasse alla grata, e continuò sottovoce: “ veramente, attesa la scarsezza dell’annate, non si pensava di sostituir nessuno a quella giovine; ma parlerò io alla madre badessa, e una mia parola... e per una premura del padre guardiano..... In somma do la cosa per fatta. ”