Pagina:I Duelli Mortali Del Secolo XIX, Battistelli, 1899.djvu/255


243


Il Valentini, a rigor di codice cavalleresco, ch’è là, fatto per impedire il sopruso, onde la calunnia non abbia a trovare una consacrazione in un duello provocato per.... rimpannucciarsi a spese altrui, poteva rifiutare (doveva, anzi), le chieste riparazioni per le offese provocate e meritate; ma sempre generoso, volle pagare anche questa volta, com’era suo costume, di persona, ed accettò il duello del signor Torre, a cui lasciò (buon Valentini!) la scelta delle armi e delle condizioni dello scontro.

I padrini del Torre, colonnelli Espiria e Belisley, imposero la pistola a cinque passi di distanza, puntando!

Roba da fare inorridire; roba da.... mandare in galera padrini e duellanti, non solo in Italia, ma in qualunque paese civile del mondo, compreso lo Scioa!

I rappresentanti del Valentini, signori Felice Romano e Luigi Ranzanici, dichiararono che il loro rappresentato non aveva difficoltà ad accettare un duello, anche a soli due passi di distanza; ma che il Codice cavalleresco in uso presso la gente civilizzata, stabilisce come minimum 15 passi.

II colonnello Espina, volendo restare sullo spartiacque della barbarie e della civiltà, taglia corto, e propone un temperamento uso Salomone, stabilendo la distanza a sette passi!...

Ai padrini di Valentini non restava che accettare, ed accettarono.

Ma lo fecero così, tanto di malavoglia (e non avevano torto), che dichiararono a Valentini che non lo avrebbero accompagnato sul terreno.

Valentini li pregò, li scongiurò di voler continuare nel loro ufficio, perchè deciso com’era a non ritrattare una sola parola, sarebbe andato a battersi, magari assistito da due facchini presi a nolo.

Dopo la pubblicazione del verbale adulterato, un accomodamento pacifico della vertenza, avrebbe fatto tacciare il Valentini di debolezza; tanto più che era lecito supporre che i padrini del Torre avessero imposte condizioni gravi per fare impressione sull’animo gagliardo del Valentini.

Il duello doveva aver luogo nel pomeriggio di martedì