Pagina:I Duelli Mortali Del Secolo XIX, Battistelli, 1899.djvu/184

172


Art. 7.° — Il combattimento terminerà alla prima effusione di sangue.

· · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · ·

Art. 9.° — Sulla domanda di ciascun avversario verranno accordati brevi riposi, di non oltre cinque minuti.

· · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · ·


Verbale di seguito scontro.

· · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · ·

«Noi constatiamo che ad un primo attacco, sopra una cavata in tempo del signor Assalin, il signor de Saint-Victor ha ricevuto una ferita grave all’addome e che subito fu sospeso il combattimento; ma contemporaneamente al colpo dato, il signor Assalin veniva ferito alla guancia e alla mano con una leggera scalfittura.

«Addolorati per l’esito fatale di questo duello, rendiamo omaggio al coraggio dei due combattenti e dichiariamo che tutto è proceduto con la massima lealtà.

per Assalin

Bouillet

Rouget

per De Saint-Victor

Devoncoux

V. Berger


Il signor Bouillet termina; affermando che i padrini di de Saint-Victor avevano chiesto di servirsi della sciabola con soli colpi di punta. Egli attesta, sul suo onore, che Assalin aveva risparmiato da prima l’avversario, che, andando a fondo contro di lui, s’era scoperto il petto. Infine dichiarasi addoloratissimo dei risultati dello scontro, ch’egli avrebbe voluto fosse evitato a qualunque costo.

I padrini di de Saint-Victor sono due bravi ragazzi del