Pagina:Guittone d'Arezzo – Rime, 1940 – BEIC 1851078.djvu/188

184 sonetti d'amore

90

Consigli sul modo di comportarsi dell’amante.


     Lo modo de l’amante essere dia
tal, ch’avanti che scovra il so coraggio,
faccia che conto de la donna sia
4o vero d’omo alcun di suo legnaggio,
     che, ’n cagion de tener lui compagnia,
possa presso de lei tenere usaggio,
e che, per lui, a lei ritratto sia,
8quand’elli face alcun bon vassallaggio.
     Ed ello peni sí farlo sovente,
che quelli ed altri possa assai ritrare
11davanti lei di lui pregio valente;
     poi ch’aconcio ave cosí il su’ afare,
mostrili ben com’è su’ benvogliente
14e mir’se ’n vista lei piace o dispare.

91

Si regoli diversamente a seconda che sia o no ricambiato.


     Perché diversi casi son, convene
usar ver ciò deversa operazione;
ché, se le piace, allegro star vol bene
4e pur penar com più piaccia a ragione:
     e se le spar, pur con cherer merzene
e con mostrar tormento in sua fazone,
facendo ciò ch’a lei piacer pertene,
8dimori a lei amar tutta stagione.
     Sovra qualunque d’esti casi regna,
proceda sí come gli ho divisato,
11ed intorno di ciò quel che sa vegna;
     ché per me no li può esser mostrato,
in sí picciola parte, ognunqua insegna:
14en fare e ’n dir sia da sé assennato.