Pagina:Guido Carocci, Il ghetto di Firenze.djvu/13


IL CAMPIDOGLIO



econdo gli antichi storici e l’opinione degli archeologi che più particolarmente si occuparono di studiare le memorie ed i ricordi di Firenze Romana, il Campidoglio fiorentino si estendeva dalla Piazza dipoi detta dei Vecchietti fino alla metà circa dell’attuale quadrato del Ghetto.

Mura forti e potenti, munite anche di fossati chiudevano, a quanto si afferma, il recinto dove sorgevano templi e palagi maestosi e artisticamente ornati, com’erano in generale tutti i pubblici edifizi che i romani erigevano nelle loro diverse colonie.

La distruzione operata dai barbari, fu così completa, che tracce evidentissime, avanzi importanti, non restarono del Campidoglio fiorentino sulle rovine del quale sorsero poi palazzi e torri.