Apri il menu principale

Pagina:Gozzi - Memorie Inutili, vol 2, 1910 - BEIC 1838429.djvu/76

70 memorie inutili


Nel corso di forse quindici anni ch’io godo della sua buona amicizia sono certo d’averlo trattato con quella sinceritá irreprensibile con cui è debito di trattare l’amico.

Non potrei accusare quell’ottima persona se non che d’una troppo favorevole prevenzione che aveva per me. Tutte le opere della mia penna erano per lui ammirabili. Il mio ingegno era per lui sorprendente. La mia condotta era agli occhi suoi esemplare, morale, filosofica, non rigida e spregiudicata.

Negli anni della nostra reciproca buona amicizia egli ha creduto in alcune delle sue vicende di aver talora necessitá de’ miei consigli ch’egli ascoltava come oracoli. L’ho servito sempre con quel poco lume che aveva, ma ingenuamente. Fu ventura per lui ch’egli abbia trovato il suo conto eseguendoli, e fu ventura per me ch’egli accrescesse in mio favore ognor piu una considerazione non meritata.

Per altro lontanissimo egli dall’imitare il mio costume solitario, seguiva non so per qual genio contrario alla costituzione del suo individuo e al modo del suo pensare, a vivere nel mezzo a quello che in Venezia si chiama «bon ton» e «gran mondo», che niente aveva che fare con un mondo e una societá a lui proporzionati. Forse senza essere filosofo osservatore si piccava di seguire un andazzo ciecamente, e forse cercava de’ sollievi ch’egli m’ha confessato ben mille volte di non trovare.

Credo che vivendo nel mezzo a cotesto bon ton, egli fosse amico da un maggior numero d’anni che non era di me, del Gratarol. Non saprei dire in che consistesse il loro amichevole commercio nel bon ton, né quale opinione avesse il Gratarol del Mafifei, né con qual sorta d’amicizia quest’ultimo fosse trattato dal primo. A me basterá di provare con chiarezza nella pura narrazione di queste Memorie con le parole stesse del Gratarol che chiunque non contribuisce alle sue ambiziose, stolte, proditorie, strattagemmatiche violenze è inutile amico, uomo da nulla, uomo sciocco, uomo cattivo.

Può darsi che il Gratarol abbia trattato il Mafifei ne’ tempi anteriori con amicizia cordiale, e posso solo provare con somma