Pagina:Gozzi - La Marfisa bizzarra.djvu/39


canto primo 29

63
     E vi dirò che Guottibuossi e seco
Gualtier da Mulion, famosi erranti,
perché sapeano un po’ latino e greco,
andaron preti e a servir di pedanti.
E quell’altra notizia anche vi reco,
che preti, e co’ caratter sacrosanti,
servian d’altri servigi lordi e goffi
prete Gualtieri e prete Guottibuossi.
64
     Orlando inver manteneva il suo g^ado
ed i nuovi costumi biasimava,
e per la corte e a tutto il parentado
di belle predichette sciorinava;
ma l’apprezzavan quanto un fraccurato.
Ognun dicea: — Ben dite, — e lo ascoltava;
e poi ridea quand’egli era partito,
gridando: — Grazie al elei se n’è pur g^to! —
65
     Ei tuttavia si ficca per le case,
co’ padri la volea delle famiglie.
— Questi romanzi nuovi son la base
— dicea — del far l’amor di vostre figlie.
Gli antichi forse le avean persuase
d’un eroismo e a troppe maraviglie,
ma i nuovi l’han ridotte tanto vili
che un di le troverete ne* porcili.
66
     Cembali, danze, musiche, canzoni,
riverenze, scamoffie, bei passini
sono inver giudiziose educazioni
per far le figlie candidi ermellini,
ed acquistare e cagionar passioni
da mandare i cervei fuor de’ confini,
destando dicerie ne’ popolazzi.
Voi siete padri saggi? Siete pazzi.