Pagina:Goldoni - Opere complete, Venezia 1915, XX.djvu/563


IL MATRIMONIO PER CONCORSO 551


ATTO TERZO.
SCENA PRIMA.
Continua la stessa sala.
Doralice ed Anselmo escono dal loro appartamento1

Doralice. Favorite, signor padre; frattanto che madame Fontene è occupata a scrivere un viglietto....

Anselmo. Che cosa fa qui tutta la mattina questa signora?

Doralice. Mi ha fatto mille esibizioni, mille cortesie e politezze. Pentita di avermi un poco insultata, come sapete, mi ha domandato scusa più di cento volte; teme sempre ch’io sia di lei malcontenta, e pare che non sappia da me distaccarsi.

Anselmo. Per verità le francesi sono polite all’estremo. Vi è fra di loro uno spirito di allegria, che qualche volta pare un po’

  1. Manca questa scena nelle edizioni citate.