Apri il menu principale

Pagina:Goldoni - Opere complete, Venezia 1912, XIV.djvu/393


LA VEDOVA SPIRITOSA 385

ATTO TERZO.

SCENA PRIMA.

Paoluccio e Clementina.

Clementina. Dopo che ti conosco, mai più m’hai favellato

Con simile arroganza. Ti sei forse cambiato?
Qualche pensier novello ti gira per la testa?
Che novità, Paoluccio?
Paoluccio.  La novitade è questa.
Vi voglio ben, vorrei che uscissimo d’imbroglio;
Ma senza i cento ruspi sposare io non vi voglio.
Faceste male a dirmelo, prima d’averli in tasca.
Or che lo so, li voglio.
Clementina.  Va, che sei una frasca.
Paoluccio. Quando sarem sposati, di noi cosa sarà?