Apri il menu principale

Pagina:Goldoni - Opere complete, Venezia 1912, XIV.djvu/25


ATTO PRIMO.

SCENA PRIMA.

Camera con libreria di monsieur Bainer.

Monsieur Guden e Pettizz.

Pettizz. Signor, se trattenersi le aggrada in questo loco,

A casa il mio padrone dee ritornar fra poco.
Guden. L’aspetterò. Frattanto, per non starmi ozioso,
Datemi qualche libro.
Pettizz.  Lo vuol serio, o giocoso?
Guden. Qualche cosa di buono.
Pettizz.  Vuol di filosofia?
Guden. Se ci fosse un trattato sopra l’ipocondria...
Pettizz. Oh signor, ve n’ è uno, che al certo non ha pari:
La vita di un poeta, ch’è ognor senza danari.