Apri il menu principale

Pagina:Goldoni - Opere complete, Venezia 1912, XIV.djvu/235


LA PUPILLA 227

ATTO QUARTO.

SCENA PRIMA.

Panfilo, Placida.

Panfilo. Ella è così, come ti narro, e aspettati

La parte tua da messer Luca in collera
Contro te, contro me, che in irascibile
Si è in lui converso l’amoroso fomite.
Placida. Io compatisco da una parte il misero,
Che disse quattro pria d’averla in saccolo;
E trovando le cose all’incontrario,
Batte la sella per non batter l’asino.
Per me poco mi preme, già son prossima
A escir di cenci, e di servente il titolo
Cambierò in quello di madonna; e lascio
Che chi ha la rogna, se la gratti. Panfilo,