Apri il menu principale

Pagina:Goldoni - Opere complete, Venezia 1910, VII.djvu/87


IL MOLIERE 77

ATTO QUINTO.

SCENA PRIMA.

Moliere solo.

          Oh sciocchi intemperanti! non san che sia la vita;
          L’un l’altro ad accorciarla col crapolare1 invita.
          Umanità infelice! non hai bastanti mali,
          Che nuovi ne procaccia la gola de’ mortali.
          Il chimico sa trarre balsami dal veleno;
          Quei col vin salutare s’empion di tosco il seno.
          Beva Leandro pure, beva a sua voglia il Conte,
          Io sfuggo di vederli venire all’ire,2 all’onte;
          Poichè serpendo il vino per fibre e per meati,
          Alla ragione ascende de’ spinti svegliati,

  1. Bett. e Pap.: con il bicchiere.
  2. Bett.: ai sdegni e ecc.