Apri il menu principale

Pagina:Goldoni - Opere complete, Venezia 1910, VII.djvu/121


pancia badiale, da cui impedito a prostrarsi, sta ancora in piedi, allora quando il Padre o il Tiranno gli dice : alzati. Compatisco ne’ Musici una tale priorità, per la differenza del prezzo ; ma non so compatirla in que’ tali che hanno egual utile nel primo e nel terzo posto. Se il Re non avesse a star meglio de’ suoi vassalli, non credo che nessuno volesse il peso di comandare, e pure nella gerarchia de’ Comici regna un tal fanatismo, e non è sì facile il disingannarli. Mi son diffuso su tale articolo, poiché vorrei alla Comica Arte poter fare anche quest’altro bene, sicuro che ne ripor- terebbono tutti la quiete e l’onore che van cercando, e grati si renderebbono tanto più alle persone alle quali procurano di piacere, in quella maniera che ciaschedun artefice non cerca superar nel me- rito gli altri, se non per acquistarsi più credito e più avventori.

Scusa, Lettor carissimo, se m cosa diffuso mi sono che inutile ti rassembra ; eppure inutile non sarà per te ancora, se illuminati i Comici di una tal verità, daranti sulle Scene maggior piacere. Non aspettare che io ti parli della Commedia che stai per leggere, poiché delle Opere mie giudicar non soglio che col parer dell uni- versale, e avendola, come dissi a principio, sostanzialmente cam- biata, non so qual esito sia per avere, ne sono a tempo di sentir le critiche per illuminarmi, o per giustificare la mia condotta. I ca- ratteri mi pajono assai verisimili, ed è molto comune quello d’un Vecchio che si lascia dominare da una Donna di spirito, e I altro eziandio della Donna, che conoscendo il suo punto, sa stabilire la sua fortuna. L’argomento sarebbe troppo triviale, se non venisse adomato da varj accidenti che lo distinguono dai più comuni. La Villa è un sito comodo per ragunar più persone insieme, e queste formano gli Episodj e gì’intreccio. La fatica che ho durata nel riformare una tal Commedia, merita almeno qualche compatimento, perchè a solo fine condotta di dar piacere a chi legge, senza l’ob- bligo di riprodurla al Teatro. Se poi non mi sarà riuscito far cosa buona, sarò anche scusabile per le circostanze nelle quali mi trovo. Che anno calamitoso è mai questo per melC) Due Personaggi

(1) Intendeii l’anno 1754.