Apri il menu principale

Pagina:Goldoni - Opere complete, Venezia 1910, VII.djvu/120


ma i mezzi caratteri son necessarj ancora, come le mezze tinte ai Pittori. Allora quando si esercitavano i Commedianti nelle loro Com- medie a soggetto, chi non era bravo, non si poteva soffrire; ora si soffre anche il debole, in grazia di una parte che gli convenga. 11 male si è che regna ancora h:a alcuni di tal mestiere la preten- sione del primo luogo, onde ne avviene che si rovmano da loro stessi. Ciò accade sovente nelle Compagnie che rappresentano le Commedie stampate. Ciascheduno si crede capace di far la parte migliore, supponendo che questa possa nascondere i suoi difetti. Per me ho sempre detto essere la prima Donna quella che sulla Scena si fa più onore d’un’altra ; onde, siccome è accidentale l’in- contro, così dovrebbe essere alternativa la preminenza. Chi va al Teatro e spende il suo denaro per aver piacere, non è impegnato a sostenere il grado degli attori, ma il merito, e se può accorgersi che per causa de’ loro puntigli abbiano i Commedianti distribuita male una Commedia, s’arrabbia contro di loro e li maledice. Se abbattesi poi a vederla così mal disposta un povero Attore, freme e delira; che però, giacche tutti i Comici che girano per lo Mondo non trovano disutile la rappresentazione delle Opere mie, e molti dilettanti ancora si compiacciono di recitarle, voglio istantemente pregarli a badar bene alla distribuzione delle parti, da che dipende l’esito fortunato della rappresentazione e il maggior onore di lor medesimi. Tanto più devon farlo, perchè essendo la Commedia stampata, da ciascheduno può esser letta, e peggio per loro se scom- parisce in Teatro, per difetto di mala distribuzione. Fin tanto che venivano le mie Commedie rubate, e si recitavano da chi le poteva avere, pria che stampate fossero, la colpa poteva essere dell’autore soltanto, se mal riuscivano. Perciò determinato mi sono a stcìmparle, più che per l’utile ch’io ne ricavo, e dall’aver tante volte sentito dir da più d’uno : questa Commedia mi piacque tanto nel leg- gerla : oh come fu strapazzata ! La prima Donna non doveva far quella parte: al primo Uomo non conveniva queW altra. Questa è la mostruosità che si vede ordinariamente ne’ Drammi in musica. Farà da Madre una giovinetta ; da Figlia una vecchia ; da Gene- rale un ragazzo ; e da Sposino un uomo di sessant’anni con una