Pagina:Goldoni - Opere complete, Venezia 1910, IX.djvu/198

188

scene, esecutrice la Comp. Medebac, segiiirono dal 1749 importanti recite di commedie goldoniane (cfr. Cronistoria dei Teatri di Modena dal 1539 al 1871 del m.o A. Gandini ecc., I vol., pp. 89-207). Vane le ricerche fatte per fissare quali opere drammatiche abbia tradotte il Rangoni. Solo qualche vago accenno è nelle lettere a lui scritte dalla marchesa Eleonora Doria (Comunicazione cortese avuta dalla R. Bibl. Estense). L’anno 1751 il Goldoni lesse a questo suo mecenate a Modena il Moliere (cfr. la Dedica e la Nota al Mol., nel vol. VII) e di tanto onore andava superbo. Al Rangoni ricorse nelle beghe col Bettinelli e col Medebac richiamandosi alla sua cittadinanza modenese. Voleva che la serenissima corte desse «onnipossente un cenno» alla Proc.ssa Foscarini per far «muovere in suo vantaggio» il Procuratore marito (Masi, Lettere cit., p. 112; lett. del 3 nov. 1753). Pensava il Goldoni: ce que femme veut ....

Tutto quanto concerne le relazioni del poeta con Modena, la città dei suoi padri, fu raccolto e illustrato, con amore grande e coscienza d’erudito, da Alessandro Spinelli nel volume miscellaneo dedicato da Modena al Goldoni nel 1907.

E. M.


Questa commedia uscì la prima volta in principio del 1754, nel l. V (falsam. 1753) dell’ed. Paperini di Firenze, e poco dopo a Pesaro (Gavelli, V, ’54), a Bologna (Pisarri, VIII, '53? e Corciolani, VIII, ’54), a Torino (Fantino e Olzati, VI. ’56). Di nuovo fu stampata dall’ed. Bettinelli di Venezia nel 1755 (t. VIII), sul copione antico, col titolo I due Pantaloni. La ristampò il Pasquali di Venezia nel 1767 (t. IX) sul testo paperiniano, con qualche altra correzione dell’autore. Seguirono poi nel secolo decimottavo le edizioni Savioli (Ven.. VIII. 1771). Guibert e Orgeas (Torino. IX. ’73), Zatta (Ven.. cl. 1, X, ’89). Bonsignori (Lucca. Xlll. ’89). Masi (Livorno. XV, ’90). Garbo (Ven.. X. ’96) ecc., quasi sempre col titolo più moderno di Mercanti. — La presente ristampa fu condotta sulr edizione Pasquali, ma offre in nota a piè di pagina le varianti dell’ed. Paparini e in Appendice il testo completo dell’ed. Bettinelli.