Pagina:Goldoni - Opere complete, Venezia 1908, II.djvu/412

402

prediletta, così porge a me la dolce lusinga, che aggradire vi degnerete quest’umile offerta dell’ossequioso rispetto mio, concedendomi ch’io possa in faccia del Mondo gloriarmi di essere, quale con profonda umiliazione ho l’onore di protestarmi

Di V. E.

Torino, il primo di Maggio 17511.

Umiliss. Devotiss. e Obbligatiss. Serv.

Carlo Goldoni


  1. La data c’è solo nell’ed. Bettinelli (t. II). dove questa lettera di dedica fu stampata la prima volta.