Pagina:Goldoni - Opere complete, Venezia 1908, II.djvu/359


LA VEDOVA SCALTRA 349

ATTO TERZO.
SCENA PRIMA.
Camera di Rosaura.
Rosaura e Marionette.

Rosaura. Odi, Marionette, ti voglio confidare una mia invenzione, che forse non ti sembrerà meno spiritosa di quelle che sogliono porre in uso le tue madame.

Marionette. Eh, quanto a questo, ve l’ho sempre detto. Voi avete uno spirito superiore alle altre Italiane.

Rosaura. Voglio fare una sperienza dell’amore e della fede dei miei quattro amanti. Coll’occasione del carnovale e delle maschere, vo’ travestirmi, e trovandomi separatamente, voglio fingermi con ciascheduno un’incognita amante, e vedere se in grazia mia sanno disprezzare un’avventura amorosa; anzi, perchè