Pagina:Goldoni - Opere complete, Venezia 1908, II.djvu/203


L'UOMO PRUDENTE 195

ATTO PRIMO.
SCENA PRIMA.
Notte.

Camera di Beatrice, con tre tavolini e sedie, candelieri con candele accese, e sei tazze di tè.

Beatrice a sedere al tavolino di mezzo. Lelio a sedere accanto di lei. Diana a sedere al tavolino a parte sinistra. Ottavio a sedere presso di lei. Rosaura a sedere al tavolino a parte dritta. Florindo accanto di lei. Tutti bevendo il tè.

Beatrice. Signor Lelio, sentite com’è grazioso questo tè.

Lelio. Non può essere che grazioso ciò che viene dispensato da una mano, ch’è tutta grazia.

Beatrice. Voi sempre mi mortificate con espressioni di troppa bontà.

Lelio. Il vostro merito eccede qualunque lode. Poh! che peccato!