Pagina:Gli sposi promessi IV.djvu/87


CAPITOLO IV - TOMO IV. 677 ognuna 1 dal suo confalone; * poi le varie congregazioni dei frati,3 neri, bigi, e bianchi, poi il clero secolare,4 distinto in parrocchie e in capitoli, con varie divise; " quindi fra 6 lo splendore di folti ceri, e tra un nembo incessante d’incenso, portata da quattro canonici,' l’arca, dove giacevano le reliquie invocate di San Carlo. Dai cristalli, che chiude¬vano i lati, traspariva il corpo coperto 8 di splenditi abiti pontificali, e il teschio mitrato,9 in cui, fra lo* squallore delle vuote occhiaje, del ringhio ,0 spolpato, delle forme mu¬tilate, della cute abbronzata, aggrinzata su Tossa, traluceva ancora qualche vestigio 11 della faccia antica, esplorato con 12 angosciosa venerazione13 dai vecchi, che avevano veduto vivo il santo pastore.14 Gli altri cercavano di raffigurare in quelle reliquie una immagine più presente e più reale di quella faccia, che dalla infanzia avevano osservata e venerata nelle1'’ imitazioni dell’arte. Dietro 17 le spoglie del morto pastore, veniva il suo cugino ed imitatore Federigo,18 consunto egli pure e pallido di 14 vecchiezza, di penitenza, e di accora¬mento, in quell’aspetto di compunzione, che nessuna ipo¬crisia può ~° contraffare, poiché è21 l’effetto involontario d’un sentimento, che non conosce i modi pei quali si esprime. Le affezioni temporali del parente 22 appena si facevano sen- ‘ (le art] poi le badie (arti) [precedute dalle) ciascuna sotto la pro¬pria insegna (lacuna) La pagina ha a capo, in margine: « 3 9bre 1584 ». — 2 dallo stendardo della sua insegna. Il clero poi i frati le —3 colla sua insegna; — A il clero, e in mezzo secolare — & [l’arca| quindi [veniva] spuntava portata da quattro canonici l’arca [dove giacevano | giaceva e appariva da | dai cristalli il corpo di San Carlo coperto degli abiti pontificali, | il cadavere di | giacevano le reliquie invocate di San Carlo; | Da dalle fi | da d I ravvolto di San Carlo: | ai lati] i lati chiusi da [cri] lastre di cristallo, dalle quali traspariva — ® quindi [una | non] la luce di — 7 la — 8 degli —0 [colle cave occhiaje, dove | colle cave occhiaje, I nella) in cui [per mezzo] fra mezzo alla dif- formazione [della morte] della morte, fra l’orrore delle [cave] vuote 10 [squallido] lurido — 11 dell’[antico aspetto] antica faccia [che rico-nosciuto] che riconoscevano — 12 affannos — 13 da quelli che — n e riconosciuto da tutti | paragonato dagli altri. Gli altri che dall’ infanzia avevano osservate e venerate le sue immagini, cercavano di raffi¬gurarne una più presente e più venerata | la sua | quella faccia nelle immagini, cercava | G — 15 [viva] vicina — 16 opere dell’art — 17 l’arca 18 in quell’a — 19 vec — 20 im —21 [l’effetto | un effetto involontario d] l’espressione involontaria, d’un sentimento che non — 22 per la guida della | erano assorbite in quell’animo dalla