Pagina:Gli sposi promessi IV.djvu/29


f. 619 quei pochi stracci » ripeteva, perché nessuno sospettasse ch’egli avesse cose preziose da salvare. « Aspettatemi,1 ché venga anch’io con voi : * aspettate almeno che siate * quin¬dici o venti, tanto da potermi guardare, ch’io non sia ab¬bandonato. Volete * voi lasciarmi solo in man dei cani ? Meritereste che il vostro parroco fosse spogliato ammaz¬zato. Misericordia ! Fermatevi dunque. » Eh ! tiran di lungo. Oh che gente ! — Bisogna dire che Don Abbondio fosse ben Accecato dalla paura, per parlare a quel modo. Quegli, a cui egli fa¬ceva quelle preghiere e quei rimproveri, passavano dinanzi alla sua casa curvi sotto il peso delle robe loro: quale tra¬scinandosi dietro la sua vaccherella; quale * traendosi dietro ’ i figli, che7 a stento lo seguivano, e la donna, che portava quelli che non potevano camminare;8 quale reggendo un vec¬chio o un infermo. Altri tornavano scarichi dal monte ;i a raccogliere altre masserìzie, finché reggessero le forze, e lo permettesse il pericolo. Alcuni di loro non rispondevano a D. Abbondio, altri diceva: eh si! s’ingegni anch’ella si¬ gnor curato. - i0 — Oh povero me ! oh che gente ! — ripeteva egli. — Ognuno pensa a sé; ognuno pensa a sé; e a me nes¬suno vuol pensare. — " Per buona sorte Perpetua aveva conservato 12 assai più sangue freddo,13 e operava e dava consigli, come Catterina ‘i prima 15 aveva fatto nel campo alle rive del Pruth,'® quando Pietro,'1 stretto tra i Turchi e i Tartari, non trovando uscita né consiglio,18 era caduto d’animo, non sapeva a che partito appigliarsi, e non aveva più energia che per18 isfogarsi in querele e in rimproveri. Perpetua, ben convinta che non era da fare assegnamento 50 sopra altri, aveva fatto due fardelli, uno per sé, uno per D. Abbondio; e poi in fretta e in fu¬ria sparpagliava il resto delle masserizie nei bugigatti più nascosti della casa, sul solajo, sotto il pagliajo, dietro i 1 aspettate — e almeno stat — 3 una ventina — * lasciarmi solo in mano dei cani ? Meritereste che il vostro curato fosse rest I Oh ! tiran di lungo. Oh che gente I — 5 [le] la donna che [aveva] non aveva allora potuto portare, traendo per mano — 6 un — 7 potè — 6 [M. | D. Abbondio.] Altri — 9 [dove a prender nuovi carichi] a pren¬der nuovi carichi, a rico — 10 Oh che — 11 Ma — ls pi — ,s[e dava] e si portava in quel giorno nella casa — 14 Sic. seconda — 11 [era] era stata — 16 dove — 17 circondato — 18 si sarebbe abbandonato ad una — 19 per esalar — 91 che — S1 negli angoli