Pagina:Gli sposi promessi IV.djvu/227


APPENDICI 817 giurisdizione; e per un uomo che ha molti affari grossi poco basta a raffreddarlo in uno che non sia dei principali. Però comparve in quel giorno una grida del governatore stesso, coHa quale a chi consegnasse vivo l’innominato nelle mani della giu¬stizia, in maniera che sopra di lui ella potesse essere ire li suoi atti} venivano promessi mille scudi di premio, e la liberazione di quattro banditi, l’impunità propria al consegnante scegli fosse complice, e la liberazione s’egli fosse bandito, purché non lo fosse per certi casi riservati. 1 Vorrei poter risparmiare al lettore tutte queste notizie e ri¬flessioni generali su le opinioni, gli usi, le istituzioni di que’ tempi, e condurlo speditamente di fatto in fatto fino al termine della storia; ma i fatti che mi tocca di raccontare sono talvolta cosf dissimili dall’andare comune del nostri giorni, cosf estranei alla nostra esperienza, che a dar loro un certo grado di chiarezza, mi par pure indispensabile di spiegare alquanto lo stato di cose nel quale e pel quale potevano essere. Altrimenti, a quelli che non hanno fatti studii particolari sopra a quell’epoca, sarebbe come presentare un osso d’uno di questi animaioni di razze per¬dute, senza dare un po’ di descrizione dello scheletro, o di quel tanto che se n’è potuto trovare, e mettere insieme, per la quale si vegga come quell’osso giucava. S’io dicessi semplicemente che tutte le promesse di quella grida non produssero alcun effetto, senza darne alcuna ragione, forse a taluno la cosa potrebbe pa¬rere strana e inverisimile; due parole dunque, abbiate pazienza, anche su questo proposito. L’intento delle gride, chiamate d’impunità, e che appunto ave¬vano un nome proprio per esser molto frequenti, l’intento era, come ognun vede, d’indurre i rei medesimi a farsi ministri della giustizia, e di seminare la diffidenza fra loro. Perduta la spe¬ranza e abbandonata la pretensione di ottener l’effetto intero de¬gli editti, si voleva almeno, col sagrifizio d’una porzione del pu¬blico esempio, assicurarne un’altra, e la più importante. Ma, senza parlare della sensatezza dell’intento né del merito morale dei mezzi, che questi, in moltissimi casi, riuscissero inefficaci a con¬seguirlo, ne abbiamo la prova in molte gride d’impunità contra 1 In capo al foglio, cancellato : « Capitolo [XX] XX. * Manzoni, Oli sposi promessi. 52

818