Pagina:Gli sposi promessi IV.djvu/180



770 OLI SPOSI PROMESSI e il Frate ritto dinanzi a loro con le spalle rivolte alla porta «Figliuoli,» disse egli, «che ho amati,1 e che amerò’ sempre: ricordatevi che, se la Chiesa vi assolve da un sa- grificio, non lo fa per procurarvi le consolazioni di questa vita, che deve esser tutta un sagrificio; ma per mettervi su la via della santificazione. Amatevi, come compagni d13 viaggio, col pensiero di avere a lasciarvi, con la speranza di ritrovarvi ancora e per sempre. Rendete grazie al cielo, che vi ha condotti a questo stato non con le .allegrezze turbolente e passeggiere, 4 ma coi travagli,5 e fra le miserie, per disporvi ad una gioja raccolta, temperata, e’ continua! E nei vostri discorsi qualche volta, e sempre nelle vostre preghiere, ricordatevi...» H Queste parole, che rinchiudevano come un presentimen¬to, e un tristo 5 addio, rinnovarono nell’animo di Lucia 10 l’im¬pressione dolorosa, che le aveva 11 prodotta l’aspetto di chi le proferiva. Levò ella gli occhi 12 quasi involontariamente, tutta commossa,13 a riguardarlo di nuovo;14 ma insieme con l’og¬getto, che 15 cercava il suo sguardo, un altro inaspettato ■" le se ne offerse su la porta della capanna, alla vista del quale ella mandò uno strido repentino. Tutti gli occh111 si rivolsero a quella parte, donde le era venuta quella subita commo¬zione. . tW M 1 e che presto spero — s ancor di più — 3 viaggio — 4 del mond — 5 e con — ’• pura — 7 cristiana. E — 8 A — y saluto di separazione, [Lucia | e che) Lucia — 10 la — 11 fatt —,1J quasi invo¬lontariamente verso quello — 13 quasi per cercarvi ancora un più lieto presagio e quasi —14 e — (cercava il suo sguardo] i suoi occhi cercavano — lf* gli se — 17 furono